Lascia il figlio in casa per 20 minuti, denunciato per abbandono

Rogne in arrivo per una coppia di Ivrea chiamata a giudizio per abbandono di minore. La storia è alquanto curiosa.

I due sono separati ed hanno un figlio che all’epoca dei fatti aveva 11 anni. Il fatto risale ad una domenica di tre anni fa. Il bambino era con il padre che nel pomeriggio decide di uscire per fare una passeggiata con la nuova compagna.

Lascia il figlio in casa, ma gli dà il suo cellulare dicendogli: “Hai il numero di Anna (la nuova compagna, ndr), se hai bisogno chiama”.

L’undicenne però decide di telefonare alla madre per dirle che il padre lo aveva lasciato solo. La donna, impossibilitata a raggiungerlo, gli consiglia di chiamare il 113. Detto fatto. Quando il papà torna a casa, trova i Carabinieri.

Scatta la denuncia per abbandono di minore sia per il papà che per la mamma che non è andato a riprendersi il figlio. A questa, però, si è aggiunta un’altra accusa (solo per il padre) di violenza privata e lesioni. Qualche tempo prima della ‘passeggiata’, il genitore aveva dato uno schiaffo al figlio e lo aveva trascinato per farlo uscire da sotto il tavolo dove si era rifugiato perché non voleva andare con lui ad un pranzo di lavoro.

La sentenza è prevista per il 9 aprile.