Il latte non è più buono, pastore stermina il gregge e i cani

pecore uccise
Il gregge sterminato. Foto da LaNuovaSardegna.it

Davvero crudele quanto avvenuto a Ploaghe, Comune in provincia di Sassari, in Sardegna.

Un pastore, stanco dei continui rifiuti delal cooperativa a cui consegnava fino a qualche mese fa il latte, ha sterminato il proprio gregge, pecora dopo pecora, con una brutalità che ha lasciato senza parole la Forestale e la polizia locale.

Ne ha dato notizia LaNuovaSardegna.it.

A quanto pare, il latte del gregge dell’allevatore, 62 anni, è stato rifiutato per via dell’alto contenuto microbico che lo ha reso non commestibile.

Le forze dell’ordine – allertate da alcuni allevatori di Ploaghe dopo che avevano sentito il fetore delle carcasse degli animali in decomposizione – hanno rinvenuto, in un lago di sangue, 135 pecore sgozzate.

Il pastore se l’è presa anche con quattro cani pastori, tutti uccisi.

L’uomo, comunque, già nel 1998 è stato sospettato di avere sparato a un vicino di casa ed è finito nell’ospedale psichiatrico giudiziario dopo il sequestro del fucile e delle munizioni.