L’avvocato Taormina abbandona Pamela Prati: ecco perché

Ospite di ‘Un giorno da pecora’, il noto legale ha dichiarato di non curare più gli interessi della soubrette.

Anche l’avvocato Carlo Taormina abbandona la nave del Pamela Prati-gate. Ospite alla puntata di oggi di ‘Un giorno da pecora’, il legale della soubrette ha chiarito la sua posizione.

Ho rinunciato al mio mandato – ha dichiarato – perché vedo tanta confusione, tante chiacchiere e supposizioni, cose intricate e non sempre chiare”.

Incalzato dai conduttori, l’avvocato (che stava curando le querele sporte dalla Prati) si è sbottonato un po’ di più.

La ragione della mia rinunzia – ha spiegato – è che la cosa era diventata una tale gazzarra non adeguata alla presenza di un avvocato. So che periodicamente queste cose accadevano, anche negli anni passati e tanti personaggi importanti sono caduti nella stessa trappola. Io ho detto alla Prati di stare attenta, perché la truffa non c’è soltanto quando prendi i soldi ma anche quando hai una qualsiasi utilità. Ad esempio, ho fatto presente che il contratto in esclusiva con ‘Verissimo’ era un’utilità”.

Poi la domanda-chiave: ha mai chiesto se esistesse il fantomatico Mark Caltagirone?

Più volte – ha risposto il legale – e la risposta è sempre stata positiva. Ma io non ho mai visto nemmeno una foto, non l’ho mai visto e conosciuto, e l’evoluzione dei fatti ha dimostrato che questo signore probabilmente è una fantasia”.

Infine, ecco come ha commentato le dichiarazioni di Eliana Michelazzo a ‘Live-Non è la D’Urso’: “A me è sembrata molto poco convincente, penso che una presa in giro non possa durare dieci anni”.

Leggi anche: Eliana Michelazzo shock: “Mark Caltagirone non esiste”.