Le confessioni di Amanda Lear: “Non sarò mai vecchia”

A 81 anni da poco compiuti, la musa di Salvador Dalì sfida il tempo che passa al massimo del suo fascino.

Musa di artisti immortali, donna che ha fatto la storia del costume e che, a 80 anni passati, continua ancora ad affascinare: tutto questo e molto altro è Amanda Lear, che si è recentemente confessata in una lunga intervista al Corriere della Sera.

LEGGI ANCHE: Flavio Briatore: “Vi svelo la vera Naomi Campbell”

“Io non sarò mai vecchia”

Il tempo sembra davvero non passare mai per una delle donne più affascinanti e ambigue dello spettacolo. Amanda Lear ha alle spalle una carriera lunghissima. Musa di Salvador Dalì, come ricordato da lei stessa in occasione dell’uscita del film Si Muore Solo da Vivi – pellicola che vede nel cast Alessandra Mastronardi – ha per esempio venduto milioni di dischi con il brano Tomorrow.

Nel corso della sua chiacchierata con il quotidiano milanese, ha avuto una parola anche per i suoi celebri amori. Tra questi, è possibile citare uomini che hanno fatto la storia della musica e dell’arte, come per esempio il Duca bianco David Bowie.

“Creativi e geniali”: così la Lear ha definito coloro che ha amato, consapevole della possibilità che ha avuto, grazie a loro, di imparare tantissimo. La Lear – che all’anagrafe risponde al nome di Amanda Tapp – ha raccontato anche di come è cambiata la sua vita da qualche anno a questa parte.

Se un tempo viveva di notte, oggi si alza presto per godersi il sole, cucinare, fare cruciverba e dipingere, la sua terapia. I suoi quadri, come sottolineato da lei stessa, hanno colori accesi, in quanto sarà sempre “la ragazza dei fiori”. A chi le dice che è arrivato il momento di pensare di mettere via i soldi per la vecchiaia, risponde che lei vecchia non lo sarà mai e che ha intenzione di spenderli “e si vedrà”.

LEGGI ANCHE: Chi è Alessandro Ruben, il compagno di Mara Carfagna