Le fave dei morti: cosa sono e la ricetta per prepare i biscotti

Ecco la ricetta del dolce preparato per la ricorrenza dei Defunti.

In occasione della commemorazione dei defunti, in Italia più che le zucche intagliate la tradizione e il folklore vogliono che in casa si preparino dolci (o derivati del pane) che per composizione e forma ricordano i cari estinti.

Fra le preparazioni più conosciute ci sono le cosiddette ‘fave dei morti’ dette anche ‘ossa dei morti’. Si tratta di biscottini morbidi a base di mandorle di forma ovoidale e schiacciata. Hanno l’aspetto di un amaretto, ma presentano una consistenza maggiore e sono diffusi soprattutto in Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche ed Umbria.

Vengono preparati tra l’1 e il 2 novembre perché tradizione vuole che questi dolcetti contengano l’anima dei defunti e che per questo, portandoli in tavoli, si riportino in casa i propri cari che non ci sono più.

Leggi anche: Muffuletta palermitana: cos’è, origini, come si prepara.

Esistono diverse ricette, ma tutte hanno in comune l’ingrediente principale: le mandorle. Ecco una delle ricette.

Tritate in un mixer 300 grammi di mandorle pelate e 50 grammi di pinoli. In una ciotola a parte sbattete un uovo intero, due tuorli e 15 ml di grappa. Su una spianatoia disponete a fontana 150 grammi di farina, il mix di mandorle e pinoli tritati, 150 grammi di zucchero a velo, la buccia di un limone non trattato grattugiata e 5 grammi di cannella in polvere. Al centro della fontana, invece, versate le uova sbattute con la grappa. Iniziate ad impastare.

Una volta ottenuto un impasto compatto e modellabile, tagliate dei tocchetti e modellateli per dar loro la forma rotonda tipica dei biscotti. Disponete i biscotti su carta da forno e infornateli a 180 gradi per 15 minuti. Una volta pronti, tirateli fuori dal forno e fateli raffreddare prima di servirli.

Da VoceControcorrente: Pressioni sulle madre di bimbi Down per convincerle ad abortire.

Da SaluteLab: Fumare troppo può causare la comparsa delle rughe.