Le Iene, Nadia Toffa assente in studio. Ecco perché

Nadia Toffa

Ieri, domenica 6 maggio, altra assenza dallo studio per la conduttrice e inviata delle Iene, Nadia Toffa.

Lo aveva annunciato la stessa 38enne bresciana con un post su Facebook: “Ciao ragazzi, su consiglio dei medici che mi seguono faccio un altro pit stop, e quindi questa domenica mi devo guardare Le Iene da casa! Come sempre farò di tutto per tornare in pista il prima possibile, insomma, aspettatemi che ci vediamo prestissimo“.

Era già successo all’inizio di aprile, come raccontato qui.

Durante la puntata di ieri sera, comunque, è andato in onda un servizio di Nadia Toffa che ha trattato un argomento delicato. La storia triste di un uomo che, quando era bambino, ha subito abusi sessuali da parte di tre diverse persone: un sacerdote, il fratello e lo zio. E tutto ciò è avvenuto senza che i genitori abbiano fatto qualcosa.

Il servizio è stato introdotto così da Nicola Savino e Matteo Viviani: “è solamente un pochino stanca, si prende cura di sé“, “conoscendo Nadia avrà protestato“.

Il post:

Vergognoso quello che ha scritto un commentatore su Facebook: “con tutta la stima possibile… ma non è l’ora che tu finisca questo tram tram e te ne stia a casa a curarti come è giusto che sia ??? perché un po’ va bene ma poi si inizia anche a pensare che tu lo faccia per audience .. e non sarebbe proprio bellissimo…“. Le reazioni negative alle parole di tale Giancarlo non sono naturalmente mancate.