Le patatine sono troppo fredde e uccide un commesso di McDonald’s

A New York.

Patatine fritte da McDonald's.
Patatine fritte da McDonald's.

Un giovane di 20 anni di New York è accusato di omicidio dopo avere sparato a un dipendente di McDonald’s perché gli aveva consegnato delle patatine fritte fredde alla madre.

Come riportato sul New York Post, la vittima è il 23enne Kevin Holloman, colpito tre volte al 771 di Herkimer St., a Bed-Stuy, a Brooklyn.

L’assassino è Michel Morgan, già accusato di omicidio e del possesso illegale di un’arma per un assassinio compiuto il 21 ottobre 2020.

Michel Morgan ha sparato dopo che la madre ha cominciato a chiedere ai dipendenti del fast food spiegazioni sul perché le patatine fredde fossero fredde. Lo staff, però, non ha dato seguito alla richiesta di delucidazioni da parte della donna e così il figlio, avvisato dalla madre, ha fatto irruzione nel ristorante per prendere le sue difese, sparando al collo a un commesso che gli aveva chiesto di andarsene.

Michel Morgan è stato arrestato. La madre dell’assassino, Lisa Fulmore, ha dichiarato che il figlio ha ammesso di avere fatto quello che doveva.

LEGGI ANCHE: Giulia e Alessia Pisanu, parla un testimone: “Ecco cosa ho visto”.