Cronaca Social

Le sue ricerche vanno male, giovane studentessa si lancia da un aereo

La 19enne Alana Cutland è morta durante il viaggio di ritorno da uno stage in Madagascar.

Una studentessa dell’Università di Cambridge (Regno Unito) ha aperto il portellone di un aereo leggero Cessna e si è lanciata.

Alana Cutland, 19 anni, stava rientrando da uno stage che aveva svolto in Madagscar sui granchi nell’ambito della sua laurea in scienze naturali.

Il dramma è avvenuto 15 minuti dopo che l’aereo è decollato dalla remota regione di Analalava il 25 luglio scorso.

Il turista britannico Ruth Johnson e un’altra donna, che si trovavano con la ragazza a bordo del velivolo, hanno provato a salvare la ragazza, prendendola per una gamba ma la 19enne è riuscita a divincolarsi ed è precipitata nel voto da un’altezza di circa 5mila metri.

È stata avviata un’imponente operazione per localizzare il corpo di Alana ma, al momento, senza successo.

La Polizia che indagano sulla morte della britannica hanno ricostruito quanto successo sull’aereo da turismo.

Il capo della polizia locale, Sinola Nomenjahary, ha dichiarato: “L’aereo Cessna C168 stava decollando da Anjajavy con tre persone a bordo, tra cui la sig.ra Johnson, Alana e il pilota. Dopo 10 minuti di volo, Alana si è slacciata la cintura di sicurezza, ha aperto la portiera destra dell’aereo e ha cercato di uscire. Johnson ha provato per cinque minuti a trattenerla ma, esausto e senza fiato, ha dovuto lasciarla andare“.

Gli investigatori hanno visionato alcuni scritti e ritengono che la ragazza abbia sofferto di stress o di problemi mentali legati ai suoi studi. Inoltre, a quanto pare, nell’ultimo periodo del suo stage, Alana aveva avuto diversi attacchi di panico, motivo per cui aveva deciso di rientrare a casa. Tuttavia, la delusione per il fallimento delle sue ricerche l’ha spinta a compiere il suicidio.

In una nota la famiglia della ragazza ha affermato: “Nostra figlia Alana era una giovane donna brillante e indipendente, amata e ammirata da tutti quelli che la conoscevano. È sempre stata  gentile e solidale con la sua famiglia e con i suoi amici e ciò le ha permesso di avere un legame molto speciale con molte persone di ogni estrazione sociale. Ci mancherà molto“.

E ancora: “Alana ha colto tutte le opportunità che le sono state offerte con entusiasmo e senso di avventura, cercando sempre di estendere le sue conoscenze e le sue esperienze nel miglior modo possibile. Era particolarmente entusiasta di intraprendere la fase successiva della sua istruzione, in uno stage in Madagascar. Alana era anche una ballerina di talento e ha abbracciato il lato più creativo dei suoi talenti con gioia e impegno. Abbiamo il cuore spezzato per la perdita della nostra meravigliosa e bellissima figlia, che ha illuminato tutte le stanze in cui è entrata“.

Leggi anche: “Cosa fare se l’aereo in cui ci troviamo sta per precipitare o finisce in acqua“.