Lillo racconta la sua lotta al Covid: “Basta un attimo per contagiarsi”

L’attore comico è stato intervistato dal Corriere.

Lillo Petrolo, del duo comico Lillo e Greg, ha raccontato sui social la sua lotta al Coronavirus, che lo ha visto passare per la terapia intensiva.

Il video su Instagram

L’attore romano, classe 1962, ha raccontato l’esperienza con il Covid tramite un video girato a casa, pubblicato su Instagram e introdotto con la notizia del tampone negativo e con i ringraziamenti alla moglie Tiziana.

LEGGI ANCHE: Il viceministro Sileri: “Il Coronavirus non rispetta il Natale”

Pasquale Petrolo ha successivamente ringraziato il personale medico e infermieristico del Gemelli, che non gli ha mai fatto mancare parole di conforto, da lui stesso definite “meglio di un farmaco”. L’attore ha regalato ai suoi follower un’immagine stupenda del suo ritorno alla vita.

Sapete cosa ho fatto quando il dottore mi ha tolto il supporto per respirare e mi ha detto va bene puoi muovermi? Ho messo le cuffiette e, senza esagerare, ho ballato.

Il comico 58enne ha approfondito il racconto attraverso un’intervista al Corriere della Sera, in occasione della quale ha parlato sia dei sintomi, sia del contagio.

All’inizio ho avuto dei sintomi influenzali, infatti speravo si trattasse di influenza. Ma quando ho perso olfatto e gusto ho capito e il tampone ha confermato: ero positivo. Dopo poco ho cominciato ad avere febbre molto alta, anche a 40. E piano piano sono arrivati i problemi di respirazione. Il 26 ottobre sono stato ricoverato.

L’attore di origini calabresi, che ha alle spalle una lunga carriera nel cinema, nella radio e nel teatro, ha ribadito di sapere come si è contagiato.

Ogni tanto mi capitava di abbassare la mascherina per respirare meglio. Giusto un attimo, ma lo facevo anche quando c’era altra gente. Una cosa che ora non farei assolutamente più: se uno ha bisogno di aria allora deve allontanarsi da tutti e poi abbassarla.

LEGGI ANCHE: Folgorati dal cavo ad alta tensione, morti due operai