Lino Banfi dona 250 chili di orecchiette ai poveri di Roma

L’attore, proprietario di un ristorante a Prati, ha donato 2.500 pasti a base della pasta simbolo della sua terra.

Lino Banfi, cuore d’oro: l’attore che è stato per tanti anni il nonno televisivo più famoso d’Italia ha donato 250 kg di orecchiette ai poveri della capitale.

La donazione fatta attraverso l’elemosiniere del Papa

Banfi ha avuto la possibilità di fare questa donazione in quanto proprietario del ristorante L’Orecchietta Banfi, uno dei locali più celebri del prestigioso quartiere romano di Prati. L’attore pugliese, si è rivolto all’elemosiniere del Papa, il cardinale Konrad Krajewski, per gestire al meglio questa situazione.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: Raoul Bova e Rocio volontari per la Croce Rossa

Raggiunto dai giornalisti di Adnkronos, l’ex nonno Libero di Un Medico in Famiglia ha specificato che il centro di Roma è caratterizzato dalla presenza di un ampio numero di senzatetto che, prima dello scoppio dell’emergenza Coronavirus, vivevano grazie all’aiuto dei ristoratori.

Adesso che i ristoranti sono chiusi da tempo, a detta dell’attore in giro per le strade si vedono “immagini che addolorano”. A suo dire, adesso più di prima “è sacrosanto aiutare”. Per questo motivo, Lino Banfi ha deciso di fare qualcosa per i poveri che, ogni giorno, si aggirano nella zona del Vaticano, vicina al suo ristorante.

Lino Banfi
Lino Banfi

In questa iniziativa solidale, il celebre attore non ha fatto mancare quell’ironia che, da decenni ormai, contraddistingue il suo approccio al lavoro e non solo. Parlando con i giornalisti dell’agenzia stampa, ha specificato che, tra i pasti donati, ci sono le orecchiette con il sugo alla ‘porca puttena’, una ghiottoneria piccante della quale, a suo dire, vanno ghiotte anche le suore quando si recano a mangiare presso il suo ristorante.

Grazie alla donazione di Lino Banfi, sarà possibile coprire 2.500 pasti. A commentare il gesto dell’attore, sempre ad Adnkronos, ci ha pensato pure l’elemosiniere vaticano, che ha sottolineato la situazione seria degli homeless della zona specificando che ci vorrebbe un tir per sfamarli tutti ma che la solidarietà dei romani è eccezionale.

LEGGI ANCHE: Sai chi è il marito dell’attore Leo Gullotta?