L’Isis minaccia l’Italia: “Lupi solitari colpite con i veicoli”

/

Il prossimo obiettivo di Isis dopo la Spagna e la Russia è l’Italia“. Lo ha annunciato l’Isis attraverso Telegram, il canale vicino allo Stato islamico.

A riferirlo, però, è stato il Site, il sito statunitense di monitoraggio dell’estremismo islamico sul web diretto da Rita Katz.

Sul Telegram, infatti, è comparso il messaggio in lingua italiana “Devi combatterli, o muwahhid” (dizione araba per indicare un integralista). Sullo sfondo l’immagine di un uomo di spalle che impugna un coltello dietro alla schiena e guarda una città non meglio identificabile (anche se qualcuno vi ha riconosciuto New York).

Il canale – avverte sempre il Site – raccomanda ai lupi solitari particolari obiettivi da colpire con dei veicoli, sia in Italia che in Belgio e in Danimarca”.

L’Isis, attraverso un canale Telegram vicino allo Stato islamico, sta incitando i ‘lupi solitari’ della jihad ad attaccare in Italia, usando come arma anche i veicoli, Roma, 24 Agosto 2017. Lo riferisce il Site, il sito Usa di monitoraggio dell’estremismo islamico sul web diretto da Rita Katz: ‘Devi combatterli (O Muwahhid)’, è la scritta in italiano in un’immagine nella quale è ritratto un uomo che nasconde un coltello dietro la schiena sullo sfondo di una città. ANSA/ WEB/ SITE

Su un altro canale pro-Isis, Al-Hayat Media Center, è comparsa un’altra minaccia contro l’Italia. Questa volta nel mirino jihadista è finito il Vaticano.

Nel video, girato a Marawi nelle Filippine, si vedono alcuni jihadisti distruggere delle statue raffiguranti Cristo e strappare in poster del papa mentre uno di loro (un certo Abu Jindal) afferma:

Ricordate questo miscredenti, saremo a Roma”.

Christoph Graf, il comandante della Guardia Svizzera, sembra tranquillo: “Siamo pronti anche a questo, l’attività di prevenzione è strettissima”.