Litiga con la moglie e butta l’acqua bollente sul figlio di 7 mesi

L’autore di questo gesto di inaudita crudeltà è un 41enne di origina marocchina.

Crudeltà inaudita a Colle Prenestino, frazione di Roma, in un’abitazione di via dell’Omo.

Un 41enne di origine marocchina, ubriaco e in preda alla rabbia, intorno alle 15 di ieri, mercoledì 29 luglio, ha aggredito la moglie e i due figli piccoli.

L’uomo, fuori di senno, ha versato dell’acqua bollente sul più piccolo dei figli, un neonato di sette mesi, causandogli ustioni di primo e secondo grado. Poi, il 41enne ha inferto un pugno al torace all’altro bimbo di quattro anni, quando questi ha tentato di difendere la mamma e il fratellino.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia del reparto volanti che hanno arrestato l’uomo per maltrattamenti in famiglia e nei confronti dei due figli minorenni ed è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

La donna e i due bambini sono stati portati all’ospedale Umberto I: lei è stata refertata con una prognosi di dieci giorni per le lesioni subite, i due bambini vengono tenuti in osservazione a scopo precauzionale.

LEGGI ANCHE: Muore a 23 anni dopo una ferita alla gamba, era stato dimesso dal Pronto Soccorso.