Live Non è la D’Urso, finita la terza stagione, il bilancio del programma

Le parole di Giancarlo Schieri, direttore di Canale 5.

Barbara D'Urso

Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, ha commentato il bilancio della terza stagione di Live – Non è la D’Urso: «Barbara D’Urso è sinonimo di grande energia e passione per il proprio lavoro, come dimostra l’affetto riservatole dal suo pubblico. Lo conferma anche la puntata di ieri sera di Live non e’ la D’Urso, dedicata soprattutto ai fatti del giorno, tra cronaca e politica, e che ha segnato il miglior ascolto della stagione».

Dopo 25 puntate, la terza stagione si è conclusa ieri sera, domenica 28 marzo, su Canale 5 con un nuovo record stagionale di 2.353.000 spettatori e uno share del 13.7%, con picchi di 3.600.000 spettatori e del 22% di share in una puntata ricca di ospiti e politici dedicata all’attualità, alla politica e all’informazione, con l’approfondimento sulla situazione vaccinale in Italia e sulle nuove prospettive di crescita del Paese.

«Ringrazio Barbara e VideoNews per aver confezionato tante serate sempre accese sull’attualita’, in una stagione cosi’ complessa e imprevedibile. Dal 4 aprile, l’impegno di Barbara prosegue con Domenica Live, il pomeriggio di Canale 5 in onda dalle ore 14.40 alle 18.45, tra intrattenimento e attualità», ha spiegato Scheri.

LEGGI ANCHE: Barbara D’Urso: “Scendere in politica? Prima o poi lo farò”

Da settembre a marzo Live – Non è la D’Urso è risultato il programma d’infotainment più visto della domenica sera. Un bilancio vincente per la trasmissione targata Videonews, che ha confermato un forte riscontro sul pubblico femminile in particolare sulle giovani 15-24enni raggiungendo il 17.5% di share e il 16.5% tra le 35-54enni. Successo anche sul fronte social: l’hashtag ufficiale del programma #noneladurso ha sempre raggiunto la vetta delle tendenze italiane.

Polemico, però, il tweet del manager Lucio Presta: «Con la chiusura di ‘Live – Non è la D’Urso’ si scrive una pagina nuova in Mediaset, inizia così la bonifica da quel hard trash (sotto testata giornalistica) che ha contaminato la rete. Ora bisogna finire il lavoro con Domenica Live e Pomeriggio 5. Ed aprire una stagione di rinnovamento. Video News ci pensi bene».

LEGGI ANCHE: Moglie paga una professionista per essere coccolata.