Live – Non è la D’Urso, il dolore di Mirko Casadei: “Papà Raoul si è aggravato in pochi giorni”

Il re del liscio è scomparso sabato per il Covid.

  • Mirko Casadei, figlio di Raoul, ha raccontato nello studio della D’Urso gli ultimi giorni del padre.
  • Raoul Casadei è scomparso a causa del Covid sabato 13 marzo.
  • Per sua stessa volontà, non ci sarà alcun funerale.

Raoul Casadei, il re del liscio, si è spento nei giorni scorsi a 83 anni, stroncato dal Covid. A raccontare gli ultimi giorni del cantante di Romagna Mia è stato il figlio Mirko, anche lui volto dell’Orchestra Casadei, in collegamento con Barbara D’Urso durante l’ultima puntata di Live.

LEGGI ANCHE: Chi è Eleonora Incardona, la cognata di Diletta Leotta

Mirko Casadei: il racconto degli ultimi giorni del cantante di Romagna Mia

«Noi abitiamo tutti insieme, 5 famiglie, ci siamo infettati tutti con i Covid. Io sono stato l’unico a non essere contagiato e purtroppo i miei genitori che erano i più anziani hanno sofferto di più. Stavamo scavallando il momento più critico quando papà con febbre molto alta, si è aggravato».

Queste alcune delle parole di Mirko Casadei, che ha rivelato a Barbara D’Urso che suo padre è stato ricoverato per precauzione dopo un inizio di polmonite, salendo in ambulanza con le sue gambe.

Il re del liscio, che come specificato dal figlio non era stato ancora chiamato per il vaccino contro il Covid, è scomparso sabato 13 marzo.

Il cantante è stato salutato all’obitorio solo dalla moglie Pina e da Mirko che, raggiunto dai giornalisti de Il Resto del Carlino nella giornata di sabato, ha ringraziato alcuni grandi nomi della musica, da Vasco Rossi a Laura Pausini, per averlo ricordato.

LEGGI ANCHE: È morto Raoul Casadei, il re del liscio, aveva il Covid-19