Lo chef Barbieri vittima di una truffa informatica di 30mila euro. Arrestata una nigeriana

Truffa informatica ai danni dello chef stellato e giudice di Masterchef Bruno Barbieri. Dal suo conto sono spariti 30mila euro. Fortunatamente uno degli artefici è già finito agli arresti. Si tratta di una nigeriana di 33 anni.

Allo chef poteva andare peggio perché ha rischiato di vedersi prosciugare completamente il conto in poche ore. Lo scorso 13 febbraio la direttrice dello sportello bancario di Medicina (Bologna) dove Barbieri ha il conto, ha ricevuto una email in cui i truffatori, spacciandosi per il cuoco bolognese, le chiedevano un bonifico di 30mila euro.

La direttrice non si è insospettita. Barbieri, infatti, ha l’abitudine di effettuare bonifici proprio inviando email stringate dove indica solo conto e beneficiario.

“Prima di arrivare a chiedere alla mia banca un bonifico da 30mila euro – ha precisato – mi hanno studiato per tanto tempo: conoscevano il mio linguaggio e sapevano che stavo vivendo un momento difficile a causa della morte di mio padre. Le mail con cui chiedevano i soldi alla mia banca erano davvero accurate”.

L’allarme è scattato quando gli ingordi truffatori, poche ore dopo aver ricevuto il pagamento, hanno inoltrato un’altra richiesta da 30mila euro. La direttrice si è insospettita e ha contattato lo chef. Così si è scoperta la truffa.

Una truffa ben architettata e quasi sicuramente organizzata da veri e propri hacker che sono riusciti a violare l’home banking del giudice di “Masterchef”.

Per questo gli investigatori non si sono fermati alla nigeriana arrestata, colpevole di aver incassato i soldi. Sono, infatti, alla ricerca delle vere menti della truffa.