L’odore della pipì ci dice se stiamo bene o no

Attenzione alla pipì! Nei bambini come negli adulti è un campanello d’allarme quando presenta alcune alterazioni di colore e odore.
Anche per i più piccoli vale la regola che l’urina, per essere sintomo di buona salute, deve essere limpida, di colore paglierino e senza un odore particolare. In caso contrario, è bene non sottovalutare la cosa e rivolgersi al medico.

Ovviamente l’odore sgradevole, anche nei più piccoli, può essere la semplice conseguenza di una alimentazione particolare (vedi per esempio gli asparagi), dell’aver bevuto poco, o l’assunzione di medicine. In questi casi il tutto si risolverà in poche ore.

C’è, invece, da prendere più seriamente la cosa quando il cattivo odore è accompagnato da inappetenza, irrequietezza, febbre e vomito. In questi casi è in atto una infezione batterica alle vie urinarie che potrebbe portare con sé anche dolori e bruciori mentre si fa la pipì o addirittura l’incontinenza.

Meglio non trascurare i sintomi e andare dal medico perché l’infezione, se non curata, potrebbe provocare seri problemi ai reni. Gli esami che permettono di individuare la causa del problema non sono invasivi e di solito il problema viene risolto con una cura antibiotica.