Londra, bimba di 18 mesi uccisa dal papà gay che l’aveva adottata

Una storia tragica che arriva dall’Inghilterra. Una bimba di 18 mesi adottata da una coppia gay e poi uccisa da uno dei due padri.

Matthew Scully-Hicks, omosessuale, è accusato di avere ucciso la figlia Elsie poiché convinto che fosse posseduta da Satana.

La notizia è stata riportata dal Daily Mail.

Nel settembre del 2015, il 31enne, di Cardiff, insieme al marito Craig avevano adottato la bimba e otto mesi dopo un periodo di prova, il processo di adozione si era concluso positivamente.

Matthew Scully-Hicks
Matthew Scully-Hicks

Ma a 2 settimane di distanza, la piccola Elsie è morta in un ospedale di Cardiff per gravi traumi alla testa.

Dopo la tragica scomparsa di Elsie, la polizia ha esaminato i dispositivi di Matthew Scully-Hicks, incluso l’iPad, scrive il Daily Mail.

In tribunale, dove è in corso il processo per omicidio, è emerso che il 22 settembre 2015, appena 12 giorni dopo aver adottato Elsie, l’uomo aveva inviato un messaggio a un amico: “Con Elsie sto passando le pene dell’inferno! Ha pianto ininterrottamente per dieci minuti e dubito che per stasera finisca qui”.

Secondo l’accusa, l’uomo dopo avere colpito alla testa la piccola, avrebbe chiamato i soccorsi e accusato il fratellino adottivo di appena tre anni.