Londra, esplosione sulla metro. Panico ma la colpa è di un caricabatterie

Foto Corriere.it
Foto Ansa

Paura nella metropolitana di Londra: un caricabatterie per telefono cellulare esplode su un treno alla stazione di Tower Hill ed è subito panico tra la folla. Nel fuggi fuggi generale, alcuni passeggeri sono rimasti contusi, mentre si accalcavano verso le uscite di sicurezza. Pochi istanti dopo è scattato l’allarme delle forze dell’ordine.

La stazione di Tower Hill è stata evacuata dopo la piccola esplosione che ha sprigionato fiamme dentro un vagone. Sui social sono circolate le foto di un oggetto avvolto dalle fiamme. Secondo quanto riportano i siti online britannici a innescare il dispositivo elettrico per cellulari che avrebbe improvvisamente preso fuoco in un vagone della District Line. Il Mirror riporta il racconto di alcuni testimoni secondo cui alcuni passeggeri sono fuggiti terrorizzati dopo “una piccola esplosione in una borsa”.

“L’incidente alla stazione Tower Hill non è sospetto. Si ritiene l’incendio sia stato causato da un caricatore per telefono cellulare che si è surriscaldato” scrive su Twitter la British Transport Police. Una vampata sprigionatasi “come una palla di fuoco” da un ordigno rudimentale collocato su un vagone della metropolitana ha fatto ripiombare oggi Londra nell’incubo del terrorismo.

Fonti investigative parlano per ora di episodio “non sospetto”, ma è fresco l’allarme per l’attentato avvenuto una decina di giorni fa a Parsons Green, sulla stessa District Line. Una bomba rudimentale aveva causato una trentina di feriti. L’attentato era stato rivendicato dall’Isis.