Luca Barbareschi shock: “Ho tolto l’eredità ai miei figli”

La rivelazione a sorpresa è arrivata nella trasmissione ‘Io e te’. Ecco il perché di questa decisione.

Luca Barbareschi

Il rapporto genitori-figli è particolare in casa Barbareschi. Ospite di Pierluigi Diaco nella trasmissione ‘Io e te’, Luca Barbareschi ha raccontato, infatti, la sua infanzia da bambino (quasi) orfano e l’educazione che ha deciso, invece, di dare ai suoi sei figli.

Io ho amato tantissimo mia madre – ha raccontato – e l’ho rispettata come dovrebbero fare tutti i figli con i genitori. Ma spesso mi chiedo come abbia fatto quella donna a lasciarmi a sette anni dicendomi che si era innamorata di un altro uomo. Io non l’ho più rivista. Sono cresciuto con due zie e dico a tutte le persone che hanno provato un dolore a non credere che sia colpa loro”.

Fortunatamente il rapporto con i suoi figli è diverso. Lui è stato un genitore sempre presente e proprio in virtù di questo, ha raccontato di aver preso una drastica decisione che riguarda il loro futuro.

Ho tolto l’eredità a tutti i miei figli. Nessuno di loro avrà un euro – ha rivelato – ma ho dato a tutti l’opportunità del lavoro. Io sono nato in Uruguay, ho passaporto uruguagio, ho il passaporto italiano e avendo lavorato tanto in America ho anche il passaporto americano honoris causa. Questo mi ha dato il privilegio di poterlo dare a tutti i miei figli per cui tutti e sei hanno il passaporto uruguagio, il passaporto italiano e il passaporto americano. Cosa vuol dire questo? Che loro possono lavorare in America, in tutto il Mercosur cioè dall’Argentina al Messico e in tutta l’Europa. Tutti hanno studiato in università che costano un milione di euro per l’educazione di quattro anni”.

I figli dei ricchi diventano cretini – ha concluso – ma non sono cretini. Il cervello è un muscolo e va allenato. Se tu non studi e non elabori, il cervello s’impigrisce”.

Leggi anche: Francesco Totti in fila per l’insalata di riso.