Luigi Di Maio (M5S): “Abbiamo vinto. Comincia la Terza Repubblica”

Per il Movimento Cinque Stelle le elezioni sono state un trionfo. Siamo i vincitori assoluti. Un grande grazie ai circa 11 milioni di italiani che ci hanno votato e onorato con la loro fiducia. Grazie a chi ha permesso a tutto questo, a Beppe Grillo e a Casaleggio che oltre 10 anni fa hanno dato via a questo percorso. Grazie ad attivisti e volontari e a chi ha fatto le donazioni per la campagna auto-finanziata, senza finanziamenti pubblici e grandi lobby. Grazie ai nuovi eletti”.

Così Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento Cinque Stelle.

E ancora: “Il Movimento Cinque Stelle triplica il numero dei parlamentari nelle due Camere. Questo è un grandissimo risultato che avevamo già annunciato durante la campagna elettorale. Ci sono intere Regioni dove ci ha votato oltre il 50% dei cittadini. Ci sono aree in cui abbiamo raggiunto il 75% del consenso. Siamo una forza politica che rappresenta l’intera Nazionale (e non posso dire lo stesso per gli altri, che sono forze politiche territoriali). Questo ci proietta inevitabilmente verso il governo dell’Italia. Sentiamo la responsabilità di dare un governo all’Italia. Le coalizioni non hanno i numeri per governare“.

Infine, Di Maio ha detto: “Si è trattato di un risultato post-ideologico. Non è stato un voto ideologico, perché è andato aldilà degli schemi destra – sinistra e ha riguardato i grandi temi irrisolti della Nazione. I cittadini hanno votato il programma del M5S che vogliamo realizzare. Ci sono delle questioni che emergono dalla consultazione: tagli, sprechi, immigrazione, sicurezza e lavoro. Abbiamo la grande occasione storica di portare a compimento ciò che aspettiamo da 30 anni. Siamo aperti al confronto con tutte le forze politiche, a partire dalla scelta delle due figure di garanzia per le due Camere. Sono fiducioso perché il Presidente della Repubblica saprà guidare questo momento con autorevolezza e sensibilità, come ha sempre fatto. Per noi comincia la Terza Repubblica, quella dei cittadini“.