Luis Suarez, una truffa l’esame per la cittadinanza italiana

Lo ha scoperto la Guardia di Finanza. I dettagli

La cittadinanza italiana di Luis Suarez, calciatore del Barcellona e dell’Uruguay, è stata ottenuta con una truffa.

Lo ha accertato un’inchiesta della Guardia di Finanza e della Procura di Perugia, con i militari delle Fiamme Gialle che stanno acquisendo documentazione nell’università del capoluogo umbro e notificando una serie di avvisi di garanzia.

È emerso dalle indagini che gli argomenti della prova d’italiano sostenuta dall’attaccante 33enne erano stati concordati prima e i punteggi assegnati prima della svolgimento della prova.

Si è appreso che sono state notificate informazioni di garanzia per rivelazione di segreti d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e altro.

Luis Suarez a Perugia

LEGGI ANCHE: Covid-19, il ministo Sileri: “Giusto riaprire gli stadi”

Le presunte irregolarità nell’esame di Suarez sono emerse durante indagini delegate fin dal febbraio scorso al nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Perugia. Accertamenti «per fatti diversi e maturati nel contesto dell’Università per Stranieri».

Tra gli indagati, come si apprende dall’Ansa, ci sono la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia Giuliana Grego Bolli e il direttore generale Simone Olivieri. Con loro anche la direttrice del Centro per la valutazione e certificazione linguistica dell’ateneo Stefania Spina. L’esame è stato finalizzato alla procedura per l’ottenimento della cittadinanza italiana da parte del calciatore ma non ancora concessa (come invece scritto inizialmente.

La prova di certificazione della lingua italia era necessaria per Suarez per ottenere la cittadinanza italiana e così da non essere considerato un extracomunitario nella composizione delle rose. Suarez, inoltre, di recente era stato affiancato alla Juventus e ora in cerca di una nuova squadra (sarebbe in trattativa con l’Atletico Madrid e ha rifiutato la proposta dell’Inter Miami).

LEGGI ANCHE: Lutto per Sylvester Stallone.