Malattia ‘misteriosa’ in India uccide una persona, centinaia i ricoverati

Succede nella città di Elura. Test in corso per capire la natura della patologia.

In India una misteriosa malattia ha causato la morte di una persona e centinaia di ricoverati in ospedale.

Mentre il Paese sta combattendo la pandemia di coronavirus, alcuni pazienti nello stato meridionale dell’Andhra Pradesh presentano una serie di sintomi diversi. Alcuni hanno sofferto di nausea, mentre altri hanno avuto convulsioni e hanno perso conoscenza. Lo riporta Unilad.

Una persona è morta e altre 227 sono state ricoveratedopo che la malattia sconosciuta ha colpito la città di Elura nel fine settimana. I funzionari stanno attualmente indagando sulla causa dei sintomi.

Il ministro della salute dello stato, Alla Kali Krishna Sriniva, ha confermato che tutti i pazienti ricoverati in ospedale sono risultati negativi al coronavirus, come riportato da BBC News.

Un ufficiale medico dell’ospedale governativo di Eluru ha detto al quotidiano The Indian Express: «Le persone che si sono ammalate, in particolare i bambini, hanno improvvisamente iniziato a vomitare dopo aver lamentato bruciore agli occhi».

La persona che è morta era un uomo di 45 anni, ricoverato al Government General Hospital di Eluru domenica mattina, 6 dicembre, con sintomi di nausea ed epilessia, secondo il Press Trust of India.  Ed è deceduto di sera.

Al momento, 70 persone sono state dimesse dall’ospedale, mentre i funzionari sostengono che altre 157 persone sono in cura per la malattia.

Il primo ministro Jaganmohan Reddy ha confermato che le squadre mediche specializzate sono state inviate ad Eluru per indagare.

Gli operatori sanitari hanno usato una serie di test su sangue, cervello e liquido spinale cerebrale, finora senza alcun risultato. È stata esclusa la contaminazione dell’acqua: i test non hanno indicato un’infezione virale. Lo stesso vale per l’inquinamento atmosferico. Si tratta, insomma, di una ‘malattia misteriosa’ e soltanto le analisi di laboratorio riveleranno di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE: Bimba salvata da una malattia rara grazie all’intuizione di un medico.