Mamma cuoce figli nel forno per vendicarsi dell’ex

In principio fu Medea. Per vendicarsi di Giasone, il marito fedifrago, uccise i figli avuti da lui. Oggi la storia si ripete, ma in quel di Atlanta (Stati Uniti).

Lei non è un personaggio mitologico, ma sfortunatamente è una donna reale.

Si chiama Lamora Williams, ha 24 anni ed era la madre di due bambini: Ja’Karter Williams e Ke’Younte Penn rispettivamente di uno e due anni. “Era” perché li ha uccisi.

Dal racconto dell’”Atlanta Journal Constitution”, nalla notte fra il 12 e il 13 ottobre scorsi la donna avrebbe attuato il suo piano criminale per vendicarsi dell’ex compagno Jameel Penn (padre dei due piccoli) che qualche mese l’aveva abbandonata lasciandola con 4 figli.

La cosa più aberrante del gesto in sé, è il modo in cui ha deciso di uccidere i due bambini: li ha bruciati vivi nel forno di casa. E non contenta ha videochiamato l’ex compagno per fargli vedere i corpi carbonizzati.

È stato, quindi, il padre delle due povere vittime a chiamare soccorsi e forze dell’ordine. Ma purtroppo nessuno è riuscito a salvare i due piccoli.

Anche se si attende l’autopsia per l’ufficialità della causa della morte, Lamora Williams è stata arrestata per infanticidio. Lei sta cercando di difendersi dicendo che quella sera aveva lasciato i figli ad una baby sitter e che al suo rientro a casa aveva fatto la macabra scoperta. Intanto la famiglia ha rivelato che la mamma assassina soffriva da tempo di disturbi mentali mai diagnosticati ufficialmente e curati.