Mamma da pochi mesi va a letto e non si sveglia più

Tragedia a Posta Fibreno, comune di poco più di mille abitanti della provincia di Frosinone.

Una donna di 26 anni, Ida Rosati, è stata trovata morta ieri mattina, domenica 21 gennaio, sul suo letto.

La 26enne, che sarebbe deceduta durante il sonno, era diventata mamma di Vittorio nel novembre scorso.

Come si apprende da Today.it, il marito Luigi Lecce, vedendola immobile vicino a lui, ha cominciato a scuoterla ma da sua moglie nessun cenno.

I sanitari, una volta giunti sul posto, non hanno potuto che constatare la morte della donna.

Ida Rosati

Ida Rosati

La salma di Ida è stata trasferita all’ospedale Santa Scolastica di Cassino e sarà necessaria un’autopsia, disposta dal magistrato Alfredo Mattei, per chiarire le cause della morte.

Nei giorni precedenti la donna non aveva accusato alcun malessere.

Dalle prime indiscrezioni – come si apprende da Ciociariaoggi.it –  sembrerebbe che ad ucciderla possa essere stato un infarto oppure un aneurisma cerebrale.

Ida e Luigi si erano sposato poco più di un anno fa.

Il sindaco di Posta Fibreno, Adamo Pantano, ricordando la concittadina, ha scritto: “Una domenica mattina plumbea per la nostra comunità scioccata dalla tragedia che ha visto strappare alla vita una giovane mamma, moglie, figlia, amica di tutti sempre sorridente, umile e cordiale: perdiamo un pezzo di futuro. In questi momenti ognuno di noi si sente piccolo e senza parole da dire di fronte a un dolore così grande e inimmaginabile dei familiari e amici. Una vita spezzata insieme a tante altre, dopo che negli ultimi anni aveva coronato due sogni della sua breve vita: il matrimonio e la nascita del suo primo figlio. La solidarietà e la vicinanza di ognuno di noi, oggi e nel futuro, alla sua famiglia vive nei nostri cuori in un abbraccio forte e silenzioso nel rispetto di questo dolore inconcepibile che non trova nessuna spiegazione. Riposa in pace IDA”.