Mamma dopo i 30 anni? Vivrai più a lungo! Lo conferma la scienza

Quando sei una donna sposata che ha superato i trent’anni e ti chiedono “quando lo fai un figlio?” e ti consigliano di “non aspettare troppo altrimenti sarà più difficile averne”.

Quando hai più di trent’anni, ma non pensi ancora ad ingrandire la famiglia per una serie di motivi che ritieni sia inutile spiegare a parenti, amici e tuttologi di turno (tanto non condividerebbero e continuerebbero a chiederti “quando lo fai un figlio?”), ritrova la calma interiore ricordando a te stessa che hai il doppio delle probabilità di vivere fino a 95 anni rispetto alle trentenni già mamme.

Questa buona notizia arriva addirittura da due studi: uno condotto da un gruppo di ricercatori della Boston University School of Medicine, l’altro dagli scienziati dell’università di Coimbra (Portogallo).

Ma come è possibile una cosa del genere? Si tratterà di casualità? Probabilmente no, visto che gli studi si sono concentrati su un campione di oltre 500 famiglie e i risultati sono stati sempre gli stessi.

Per quanto possa sembrare un fatto sorprendente, in realtà la spiegazione di tale fenomeno è molto semplice. La capacità di avere un figlio (non necessariamente il primo!) in maniera naturale in età avanzata indica che il sistema riproduttivo (e quindi il corpo) invecchia lentamente. Merito non solo della genetica, ma anche di uno stile di vita più sano ed equilibrato, tipico delle donne istruite che sono poi quelle che decidono di metter su famiglia più tardi.

Non male, eh? Salvo poi fare i conti con un pupo talmente vivace da far perdere sonno, capelli e magari qualche anno di quelli guadagnati con il parto tardivo.