Mandragora e Borragine: come distinguerle per non rischiare di morire?

Scopriamo le differenze fondamentali tra queste due piante, per non rischiare grosso.

La mandragora è un’erba alla quale vengono ancora oggi attribuiti delle qualità magiche. Nel passato la radice e le foglie venivano usate per la preparazione di ‘farmaci’ utilizzati per la cura di: ulcere allo stomaco, coliche, costipazione, asma, febbre da fieno, convulsioni, dolori reumatici e tosse. Però non esistono prove scientifiche che dimostrano la reale efficacia della mandragora, al contrario invece non sono rari i casi di avvelenamento causati da questa erba.

mandragora

La mandragora non dovrebbe essere assunta dall’organismo, perché crea forti effetti collaterali come: confusione, sonnolenza, disturbi cardiaci, problemi alla vista, difficoltà nella minzione e addirittura allucinazioni. Se invece viene consumata in dosi eccessive, può portare alla morte.

Questi disturbi sono più accentuati e quindi più pericolosi, nelle donne in gravidanza, nell’allattamento, nei bambini, nelle persone con sindrome di Down e negli anziani. Inoltre, coloro che hanno disturbi cardiaci, come tachicardia o ipertensione, problemi a fegato e reni, tiroiditi, glaucoma, reflusso gastroesofageo, ulcere allo stomaco, costipazione, colite e altre patologie che interessano il tratto digerente, potrebbero incorrere in gravi problemi di salute.

mandragora radice

Palermo: due donne ricoverate in ospedale per aver scambiato la borragine con la mandragora.

Mamma e figlia, rispettivamente di 73 e 55 anni, si sono avvelenate dopo aver assunto la mandragora al posto della borragine. Dopo aver ingerito la ‘verdura delle streghe’ comprata da un ambulante, la signora di 73 anni è stata ricoverata in gravissime condizioni presso la rianimazione dell’ospedale Villa Sofia. La figlia, invece, è stata trattata e tenuta sotto osservazione al pronto soccorso del Buccheri La Ferla. I medici hanno subito riconosciuto i sintomi e hanno tempestivamente somministrato l’antidoto alle due sfortunate, evitando che le loro condizioni peggiorassero. Su questo episodio stanno indagando i carabinieri per identificare il venditore di mandragora.

mandragora_infografica

Come distinguere la mandragora dalla borragine:

È facile confondere le due erbe perché sono entrambe caratterizzate da fiori azzurri e grosse foglie rugose. I fiori della mandragora però partono direttamente da terra e non dal fusto come nel caso della borragine. Le foglie della borragine sono pelose, mentre quelle della mandragora sono senza peli. La mandragora fiorisce nella stagione autunnale con fiori campanulati, la borragine invece fiorisce con fiori a stella nella stagione primaverile. Si consiglia comunque di acquistare verdure nei supermercati o presso fruttivendoli di fiducia.

mandragoraMandragora

borragineBorragine

LEGGI ANCHE: Giappone, cervi muoiono a causa della plastica