Mangia un cono gelato in strada e viene multata: 280 euro

È successo a Genova.

Photo by PTMP on Unsplash

A Genova un gelato è costato carissimo a una donna: 280 euro. La vicenda è raccontata da Telenord.it.

Il barista aveva avvertito la donna: «Signora consumi il gelato a casa sua e non per strada perché è obbligatorio mangiarlo ai tavolini», confezionando il cono, avvolgendolo nella carta stagnola.

Tuttavia, la donna, una volta che si è allontanata dalla gelateria (che si trova nel centro storico del capoluogo ligure), non ha resistito alla tentazione e ha cominciato a gustare il suo cono.

Però, pochissimo dopo la donna è stata raggiunta da quattro agenti della polizia locale che, dopo averla identificata, l’hanno multata con la somma di 280 euro (e se non avesse pagato subito la contravvenzione, la cifra sarebbe aumentata a 400 euro).

La donna avrebbe detto: «Adesso capisco perché il gelataio mi aveva fasciato il gelato con la carta stagnola»

Si ricorda, infatti, che fino a ieri, c’era il divieto di consumare cibi oltre le 21 se non seduti ai tavolini e con il nuovo DPCM l’orario è stato anticipato alle 18.

LEGGI ANCHE: Covid-19, Galli: “Nuovo DPCM? Voglio tentare di essere ottimista”