Mara Venier a Nek: “Tua moglie mi ha aiutata in un brutto momento”

Durante l’intervista all’artista, la Venier si è abbandonata ad una confessione molto personale.

Nel salotto domenicale di Rai Uno ieri c’era anche lui, Nek. Il cantante, ospite di Mara Venier si è raccontato a trecentosessanta gradi, dalla musica alla vita privata. A partire dal famoso Festival di Sanremo del 1997 al quale partecipò con il brano ‘Laura non c’è’. Si piazzò settimo, ma le vendite successive lo premiarono.

Mi ha cambiato la vita – ha raccontato alla Venier – è una melodia che avevo nel cassetto dall’anno prima. Dalla casa discografica mi dissero che gli sarebbe piaciuto se avessi fatto Sanremo, ma serviva un pezzo importante. Io ero con la chitarra e davanti al direttore generale dei tempi della Warner, avevo la chitarra e gli dico ‘Massimo, io ti faccio sentire sta roba qua e gli cantai un motivetto di Laura non c’è’ in inglese. E lui fece. ‘No, andiamo con questa. Va benissimo’. E fu l’inizio”.

Ma carriera a parte, Nek (all’anagrafe Filippo Neviani) è anche padre di Beatrice e marito di Patrizia Vacondio. “Siamo fatti l’uno per l’altra, condivido tutto, non tengo più l’altro all’oscuro” ha detto l’artista dando alla padrona di casa il la per una confessione.

Dille che quello che mi ha regalato tanti anni fa – ha detto la Venier rivolgendosi alla Vacondio – è ancora sul comodino. Io in quel momento ero a terra e tua moglie mi ha aiutato molto. Non lo dimenticherò mai”.

Non è dato sapere altro, né quale sia regalo e tanto meno il motivo per cui la conduttrice era giù di morale (anche se è verosimile che si tratti del periodo in cui è morta sua madre, una perdita che per sua stessa ammissione è stata molto dolorosa). Quello che è certo, invece, è che le due donne sono molto amiche e che Mara non ha timore a mostrare al pubblico le sue fragilità.

Leggi anche: Raffaella Carrà contro La Vita in Diretta: ecco cos’ha detto.

Da SaluteLab: Scoliosi estrema, intervento su un bambino di 5 anni a Roma.