Mara Venier: “Jerry Calà mi ha tradita anche il giorno del matrimonio”

Ospite nel salotto di Silvia Toffanin, Mara Venier parla degli uomini più importanti della sua vita. Tra questi non possono mancare i vippissimi Renzo Arbore e Jerry Calà.

E se per il primo spende parole molto belle velate però dalla malinconia per le mancate nozze, quando racconta del suo rapporto con l’attore non usa affatto parole melense.

Andava con tante donne – ha ricordato – ho subito abbastanza da lui. Litigavamo e sai quante botte gli ho dato? Poi lui mi chiese di sposarlo e io accettai. Preparavamo le carte, poi scoprivo che mi aveva tradito e io strappavo tutto”.

Il tira e molla è durato un po’, fino a quando finalmente la coppia ha detto sì. Ma, come si suol dire, il lupo perde il pelo e non il vizio. Nemmeno il giorno del matrimonio.

Era un vero e proprio put******e, si può dire vero? Vabbè diciamo che era birichino. Ti dico solo che il giorno della nostra festa di matrimonio mentre tutti festeggiavano e Renato Zero cantava, lui è sparito. Io poi sono andata nei bagni e l’ho pizzicato con un’altra, non sai quante gliene ho date sia a lui che a lei. L’ho riempito di botte”.

A quel punto ho detto basta – ha raccontato – annulliamo il matrimonio. Ci lasciavamo e poi lui ritornava in lacrime, dicendomi che gli mancavo. E me lo riprendevo proprio perché era come un figlio. È stato meraviglioso con i miei figli. È generoso, unico e speciale. Mi ha sempre aiutato e ha amato i miei figli, questo vale più di tutto il resto“.

Mara Venier e Jerry Calà sono stati insieme sei anni. Poi hanno mollato la presa.

Oggi è il mio più grande confidente e amico, ci sosteniamo nei momenti bui”.