Maradona: la drammatica telefonata ai soccorsi del medico del campione (AUDIO)

Il dottore è indagato per omicidio colposo.

A pochi giorni dal decesso di Diego Armando Maradona, è stata divulgata la telefonata fatta ai soccorsi da Leopoldo Luque, medico personale dell’ex stella del Napoli, il giorno del decesso del Pibe de Oro.

La telefonata di Luque

Nell’audo della telefonata, che è stato inizialmente divulgata dai media argentini e successivamente diffusa in tutto il mondo, si sente Leopoldo Luque, attualmente indagato per omicidio colposo, chiedere all’operatore l’invio di soccorsi presso il quartiere di San Andrés (della città di Tigre, centro urbano vicino a Buenos Aires dove il campione viveva).

LEGGI ANCHE: Truffe telefoniche: ecco come evitarle

Dopo aver chiarito all’operatore come raggiungere l’abitazione, Luque si sente chiedere il motivo della chiamata ai soccorsi. 

C’è una persona che a quanto pare è andata in arresto cardio-respiratorio e ci sono medici che lo assistono.

Queste alcune delle parole di Leopoldo Luque che, alla richiesta di informazioni sulla persona per la quale stava chiedendo i soccorsi, ha sottolineato che si trattava di “un uomo di 60 anni circa”. La posizione del medico personale del Pibe si fa sempre più difficile. Come specificato dall’avvocato Morla, infatti, Diego Armando Maradona sarebbe rimasto senza soccorsi per circa 12 ore.

LEGGI ANCHE: Heather Parisi e Diego Armando Maradona hanno avuto una relazione?