Marina La Rosa difende Rocco Casalino: “Le persone sono invidiose”

Le parole della concorrente della prima edizione del Grande Fratello.

Marina La Rosa, attrice ed concorrente della prima edizione del Grande Fratello, datata 2000, all’Adnkronos ha preso le difese di Rocco Casalino, anche lui inquilino di allora, e portavoce del presidente del Consiglio dei Ministri uscente Giuseppe Conte.

Le critiche a Rocco Casalino? «Sto leggendo tante cose assurde, ho letto i giornali stamattina, e ne esce il profilo di una persona quasi imbecille. La verità è una: alla gente gli rode il culo, purtroppo non mi viene un francesismo per tradurre il concetto».

«Purtroppo le persone, appena si presenta l’occasione di parlare, non fanno minimamente appello all’intelligenza, anzi: non vedono l’ora di buttarti la merda addosso – ha aggiunto La Rosa – Sono molto dispiaciuta, e non è solo per l’affetto che ci lega. Lo direi anche se non lo conoscessi. Io non sono un’invidiosa dei successi degli altri. Questo è un paese di mediocri. È l’invidia che fa parlare La gente, perché è più facile criticare. Dal giornalista all’ultimo str… della terra, si alzano per sparare a zero, soprattutto su persone come lui».

«Manca l’autostima – ha aggiunto La Rosa, 44 anni – e quando non ce l’abbiamo la prima cosa che facciamo è criticare gli altri perché ci fa sentire di avere più valore».

Su Casalino, l’idea di Marina La Rosa è molto chiara: «Rocco è una persona molto intelligente, altrimenti non sarebbe arrivato a ricoprire quella carica così importante che non era solo di semplice portavoce, ma era una carica di grande fiducia di cui godeva da parte del presidente Conte».

Infine, sull’operato dell’ex portavoce ha detto: «È andata come è andata, ma faccio presente che c’è una crisi in corso, una pandemia, l’ultima è stata la peste. Qualunque persona ci fosse stata al governo sarebbe stata in crisi, e Conte ha gestito la situazione nel migliore dei modi. Rocco ha fatto il suo lavoro, l’ha fatto benissimo fino all’ultimo».

LEGGI ANCHE: Conte: “Quando uno fa il suo lavoro è sempre sereno”