Marina Militare salva 36 migranti: sbarcheranno in Sicilia

Il premier Giuseppe Conte ha ringraziato Francia, Malta, Lussemburgo e Germania.

“I 36 migranti che erano a bordo di una imbarcazione che stava per affondare, sono stati messi in salvo dal personale della nostra Marina militare che era a bordo della nave Cigala Fulgosi e ora sono stati tutti trasferiti sull’unità Stromboli. La nave Stromboli viaggia adesso verso il porto militare di Augusta, dove i migranti verranno fatti sbarcare”.

Lo ha reso noto ieri – giovedì 9 maggio – in tarda serata la presidenza del Consiglio dei ministri.

Il premier Giuseppe Conte ha affermato: “Ringrazio Francia, Malta, Lussemburgo e Germania per la sollecitudine con cui, nel giro di poche ore, hanno dichiarato la disponibilità ad accogliere” i 36 migranti tratti in salvo oggi, “partecipando alle operazioni di redistribuzione“.

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Un conto è una nave della Marina Militare, che attraverso il suo ministro di riferimento si assumerà le proprie responsabilità, un altro una nave di privati o dei centri sociali come la Mare Jonio. Per loro, i porti restano chiusi“.

Il riferimento è al salvataggio di 29 migranti a 4 miglia dalle coste libiche da parte della nave della Ong Mediterranea Saving Humans.

I migranti – tra cui c’è una bambina di un anno e tre donne – si trovavano a bordo di un gommone in avaria.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha commentato così il salvataggio della Ong: “Grande gioia per le 29 vite salvate dagli amici di Mare Jonio ma allo stesso tempo grande turbamento per le morti invisibili che continuano nel Mediterraneo. Quelle morti rese invisibili da inaccettabili e inumane politiche di negazione dei diritti fondamentali e di ostacolo a quanti vogliono operare per salvare vite umane“.

Leggi anche: barca con 50 migranti lancia l’allarme e scompare.