Massimo Di Cataldo: chi è il cantautore di Che sarà di me (e di altri successi)

Scopriamo qualcosa in più sul cantautore romano.

Negli anni Novanta, se eri una ragazza adolescente, dovevi scegliere con chi schierarti tra due cantautori belli e impossibili. Da un lato c’era chi amava Gianluca Grignani, dall’atteggiamento da maledetto. Dall’altro c’era lui, il ragazzo che tutte le mamme avrebbero affidato alle figlie: Massimo Di Cataldo.

Una carriera tanto rapida in salita, quanto in discesa per l’autore di Come sei bella, nato a Roma il 25 aprile 1968 sotto il segno del Toro. Appassionato di musica fin dall’adolescenza, impara a suonare presto diversi strumenti e negli anni Ottanta inizia a muovere i primi passi nell’underground romano.

LEGGI ANCHE: Laura Pausini: età, carriera, compagno, vita familiare.

Dopo aver debuttato in televisione con la serie I ragazzi del muretto e al cinema con diversi film, partecipa nel 1993 al Festival di Castrocaro, dove arriva fino alla finale e ottiene un contratto con la Sony.

L’anno dopo partecipa a Sanremo Giovani, vincendo la categoria Cantautori. Nel 1995 debutta al Festival di Sanremo tra le Nuove Proposte con Che sarà di me, e pubblica subito dopo l’album Siamo nati liberi, con all’interno alcuni brani firmati da Eros Ramazzotti, Renato Zero ed Enrico Ruggeri. Torna l’anno dopo al Festival tra i Big con la sua canzone ad oggi più famosa: Se adesso te ne vai.

Triplo disco di platino. Lanciatissimo in Italia e all’estero, nel 1997 pubblica un nuovo disco, Crescendo, che ottiene ancora un ottimo successo. Nel 1999 lo ritroviamo sul palco dell’Ariston con un altro dei suoi classici: Come sei bella.

L’album Dieci successivo a questa partecipazione è un altro successone, trascinato sia dal pezzo sanremese che da Non ci perderemo mai, canzone con cui Di Cataldo partecipa al Festivalbar. Gli anni Duemila segnano però l’inizio della sua parabola discendente.

LEGGI ANCHE: Truffa del Gratta e Vinci: tabaccaio vendeva solo i biglietti vincenti.

Nonostante continui a pubblicare album su album, non riesce più a ottenere il successo di pubblico del passato. Prova a rilanciarsi con la partecipazione a Music Farm nel 2006, ma ormai il suo posto nel mondo della musica sembra essere stato preso da nuovi artisti. Dopo aver fondato un’etichetta discografica, la Dicamusica, si autoproduce nel 2009 l’album Macchissenefrega, il settimo e finora ultimo della carriera.

Il 19 luglio 2013 la sua ex compagna pubblicava su Facebook alcune foto denunciando presunti maltrattamenti. Da li’ un fascicolo, aperto d’ufficio, per indagare sulla vicenda, chiuso poi con l’archiviazione.

Cosa fa oggi Massimo Di Cataldo? Dopo aver preso parte a Ora o mai più nel 2018, si è rilanciato sempre quest’ anno a Tale e quale show, dove ha interpretato da Pupo a Johnny Dorelli.

Da SaluteLab: Quando lo zucchero nel sangue è troppo alto: 9 sintomi comuni.