Massimo Giletti denunciato dai Forestali. Ecco perché

Massimo Giletti
Massimo Giletti

Guai giudiziari in vista per Massimo Giletti. Nei confronti del giornalista è partita una denuncia per diffamazione da parte dell’Unione Forestali Carabinieri e Diritti (UNFORCED).

La colpa contestata è quella di aver pronunciato, durante la puntata di ‘Non è l’Arena’ dello scorso 22 aprile, la seguente frase diffamatoria: “Quelle persone che sono entrate adesso nell’Arma dei Carabinieri dovrebbero imparare bene dagli uomini veri dell’Arma dei Carabinieri”.

Il conduttore – si legge in un comunicato firmato da Danilo Scipio, presidente UNFORCED – ha espresso un giudizio negativo nei confronti di tutti gli ex dipendenti del Corpo Forestale dello Stato transitati nei Carabinieri, tale da offenderne il prestigio”.

Massimo Giletti ed il suo sodale ospite Klaus Davi – ha scritto il Presidente – non perdono il vizio di offendere l’onore del personale appartenente prima al Corpo Forestale dello Stato ed ora transitato, suo malgrado, all’interno dell’Arma dei Carabinieri in virtù della scellerata Riforma Madia. Chiediamo ai vertici di LA7 e all’Ordine dei Giornalisti di intervenire per tutelare la reputazione di migliaia di ex Forestali”.

A rincarare la dose – ha inoltre scritto – si sentiva in sottofondo la voce del Davi che addirittura si permetteva di avanzare dei dubbi sul conto del sistema di arruolamento del personale“.

Giletti – ha concluso – dovrebbe sapere che non è professionale, ed è eticamente scorretto, generalizzare quando gli errori vengono commessi dai singoli, e non è questo il caso. Altrimenti, allo stesso modo anche tutti gli ‘uomini veri’ dell’Arma potrebbero essere considerati da Giletti potenzialmente stupratori o sterminatori di famiglie”.