Matrix 4, al via le riprese: Neo vola tra i palazzi di San Francisco

Il quarto capitolo di una delle saghe di fantascienza più apprezzate in assoluto è in lavorazione.

Kenau Reeves nei panni di Neo in Matrix
Kenau Reeves nei panni di Neo in Matrix

Gli stuntmen di Matrix 4 sono già al lavoro. In questo caso il protagonista è la controfigura di Keanu Reeves che passa da un grattacielo all’altro di San Francisco. La produzione, infatti, sta lavorando per garantire l’uscita del film il prossimo anno.

La pellicola è scritta e diretta da Lana Wachowski, una delle due sorelle registe dei precedenti episodi che hanno reso celebri Neo e Trinity. La produzione è congiunta: si tratta di una collaborazione tra Warner Bros. Pictures e Village Roadshow. L’uscita nelle sale è prevista a maggio 2021.

Kenau Reeves e Carrie-Anne Moss
La coppia Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss è stata confermata

LEGGI ANCHE: Keanu Reeves ha una nuova fidanzata: ecco chi è

Matrix 4 arriva a quasi vent’anni di distanza dal terzo capitolo – Matrix Revolutions. La storia sembrava infatti conclusa, ma evidentemente così non è. Il primo Matrix risale al 1999 e a dirigerlo erano gli allora fratelli Wachowski, oggi sorelle.

Ci dovremo aspettare il ritorno di due dei protagonisti principali della saga, Neo e Trinity. Gli attori che interpretano i ruoli sono sempre gli stessi. A fianco di Reeves troviamo ancora Carrie-Anne Moss, e questo dettaglio non dispiace certamente ai fan che seguono la storia fin dall’inizio.

Al momento è incerto il ritorno di Morpheus, il personaggio interpretato da Laurence Fishburne nei primi tre capitoli. La saga cyberpunk non avrà più l’agente Smith tra i protagonisti, a dichiararlo è stato lo stesso attore, Hugo Weaving, che si è detto molto dispiaciuto.

«È una sfortuna – ha spiegato – ma la verità è che avevo avuto una proposta e poi è arrivata quella di Matrix, quindi ho saputo che il film si sarebbe fatto ma non conoscevo le date. Ho pensato di poterli fare entrambi e ho impiegato otto settimane prima di realizzare che le date non sarebbero andate bene».

E poi: «In quel periodo ho esitato prima di accettare un ruolo in The Visit. Ero in contatto con la regista Lana Wachowski, che alla fine ha deciso che le date non avrebbero funzionato, quindi abbiamo trovato una data e poi lei ha cambiato idea», ha concluso.