Mattarella ha 4 possibilità per dare un governo all’Italia

Foto Sir.

Oggi potrebbe essere il giorno della (prima) decisione di Sergio Mattarella sul nuovo governo.

Visto che la discussione politica dopo la seconda consultazione non ha portato a nulla, il presidente della Repubblica starebbe anzitutto pensando a un incarico esplorativo da affidare a una personalità istituzionale. Quindi, Mattarella potrebbe affidare alla Casellati o a Fico il compito di capire se esistano le possibilità di formare un governo con nuove intese.

La seconda ipotesi è dare il pre-incarico al leader più forte e, in questo caso, le opzioni sono due: Luigi Di Maio a capo del Movimento Cinque Stelle, il partito che avuto più voti il 4 marzo, o il leghista Matteo Salvini, vertice del centrodestra, la coalizione che ha avuto più consensi (e ha più seggi in Parlamento dei pentastellati).

La terza ipotesi è quella di affidare un incarico pieno a un esponente politico (del M5S o del centrodestra) che ha convinto Mattarella nella possibilità di creare un governo sostenuto dalla maggioranza parlamentare. Tuttavia, né Di Maio né Salvini hanno dimostrato di avere i numeri.

Infine, il Capo dello Stato potrebbe dare vita a un governo del presidente, guidato da una personalità che può essere politica, istituzionale o tecnica, scelta direttamente da lui. In questo caso, non sarebbe necessaria una maggioranza parlamentare e, in caso di bocciatura, resterebbe in carica per il “disbrigo degli affari correnti“.