Matteo Renzi: “Se si va al voto oggi, M5S e PD si disintegrano”

Cos’ha detto il leader di Italia Viva al festival de Linkiesta a Milano.

Andare a votare ora significa consegnare il Paese a Matteo Salvini, si chiama masochismo. Se il Partito Democratico e il MoVimento 5 Stelle scelgono di andare a votare oggi di fatto disintegrano la propria rappresentanza in Parlamento“.

Così Matteo Renzi, numero uno di Italia Viva, partecipando oggi – sabato 9 novembre – al festival de Linkiesta a Milano, interrogato dal direttore del quotidiano online Chrstian Rocca e dal direttore di SkyTg24 Giuseppe De Bellis.

Chi voleva andare a votare per coerenza avrebbe trasformato l’Italia in una grande Umbria – ha aggiunto il senatore toscano – Se qualcuno si alza e dice di andare a suicidarsi è accaduto con una setta in Texas, potrebbe accadere a grillini o al Pd ma non lo suggerisco, preferisco parlare di innovazione ed economia“.

LEGGI ANCHE: La classifica dei Paesi UE con le tasse più alte.

Foto Roberto Monaldo / LaPresse

Possibile che l’unico argomento di discussione in Italia sia la paura e quando si va a votare? Si va a votare nel 2023“, ha poi detto l’ex premier.

Secondo Renzi ora è il momento “di mettere mano ad un piano di investimenti in questo Paese. Perché io nell’Italia ci credo, ci credevo quando era ministro Danilo Tonin0elli, figuriamoci adesso“.

Spero che il governo non crolli, lavoro perché vada avanti – ha aggiunto il senatore toscano – Se ci sarà una crisi di governo seguiremo la Costituzione ma ora dobbiamo pensare a risolvere i problemi“.

Poi, a proposito delle Regionali in Emilia Romagna, Renzi ha detto: “Facciamo il tifo che il presidente della Regione Bonaccini ce la faccia. Siccome è più bravo io penso che ce la farà. Poi stiamo a vedere. Non è che ogni volta che si vota è un giudizio di Dio. Non credo che le elezioni in Emilia Romagna siano il giudizio di Dio“.

LEGGI ANCHE: A Milano incontro privato tra Matteo Salvini e Liliana Segre.