Melegatti, bloccata la cassa integrazione: 5mila pandori in produzione

Sembrava che la crisi fosse irreversibile, dopo la comunicazione dello stop alla produzione di pandoro e della cassa integrazione per i dipendenti, avvenuta appena due giorni fa.

L’azienda dolciaria Melegatti – con sede a San Giovanni Lupatoto (Verona) – invece, ha annunciato un’ottima notizia: il ritiro della CIG.

La decisione – come si legge su Corriere.it – è arrivata ieri, giovedì 14 dicembre, durante una riunione convocata dai commissari, l’avvocato Bruno Piazzola e il commercialista Lorenzo Miollo.

In pratica, visto la crescente domanda dei consumatori per sostenere l’industria dolciaria, saranno prodotti altri 5mila pandori.

I dolci saranno venduti direttamento nello spaccio della sede.

Per di più, si è appreso che molti consumatori, pur di aiutare l’azienda (fondata nel lontano 1894), sono disposti a comprare pandori e panettoni anche con i cartoni ammaccati.

Il sindacalista Maurizio Tolotto (FAI CISL di Verona) ha affermato: “Ora ci aspettiamo un piano serio e affidabile, all’altezza della storia e delle potenzialità del marchio, oltre che della responsabilità che hanno dimostrato fin qui i lavoratori”.