Memo Remigi e le sue scappatelle. Ecco i VIP con con cui è stato

In una intervista a ‘Libero’, il cantante ha raccontato alcuni aneddoti della sua vita sia privata che professionale.

Un Memo Remigi che non ti aspetti. È quello che ad 81 anni si è raccontato in una intervista a ‘Libero’ nella quale ha raccontato aneddoti sconosciuti della sua vita sia privata che artistica. A partire dalle scappatelle.

Il cantante è sposato dal 1966 con Lucia Russo.

La conosco sui campi da golf – ha raccontato – e la rubo a un avversario. Per lei mi trasferisco a Milano: abbiamo un figlio e quattro nipoti e siamo ancora insieme dopo 53 anni. Però qualche scivolata l’ho fatta, ma mi ha sempre perdonato”.

Ma se della scappatella finita su tutti i giornali con Catherine Spaak preferisce non parlare, non nasconde invece quella con Barbara D’Urso: “Lei aveva 20 anni, io 39: siamo stati insieme quattro anni. Era sveglia e le ho insegnato molto”.

Durante la chiacchierata, però, l’artista si abbandona anche al ricordo del suo primo incontro con Silvio Berlusconi.

Ci eravamo già incrociati – ha rivelato – quando non era ancora il vero Berlusconi. Metà anni ’60, io ed Enrico Simonetti siamo ospiti delle navi da crociera italiane per esibirci nella serata del Gran Galà. Ogni pomeriggio, però, i turisti vengono intrattenuti da un gruppo musicale: al piano suona un certo Confalonieri e il cantante è un certo Berlusconi. Dopo qualche giorno li rivedo in un corridoio stanchi e faccio il gesto da lontano: vi state facendo un culo così, eh?”.

Infine Remigi ha ricordato alcuni dei colleghi con cui ha lavorato. E non per tutti ha speso parole lusinghiere.

Bruno Lauziha raccontato è stato un amico vero. Maestro di ironia anche nella difficoltà. Aveva il morbo di Parkinson e diceva: ‘A me piace il vino, ma da quando ho questa malattia ne bevo poco perché è più quello che verso a terra’. Walter Chiari era un genio. Lavoriamo insieme a Fantastico e ogni settimana viene da me per l’ ispirazione: ‘Raccontami qualche barzelletta’. Sceglie la migliore, la arricchisce e alla fine diventa il suo monologo di venti minuti, irresistibile. Con Fabio Fazio lavoravamo al ‘Loretta Goggi Quiz’, era agli inizi e faceva l’imitatore. Veniva da Savona in treno, si cambiava a casa mia ed era sempre mio ospite. Ora se la tira: in 35 anni mi ha chiamato solo una volta. Un vero irriconoscente”.

Leggi anche: Bianca Atzei ha un nuovo amore, ecco chi è.