Michelle Hunziker: “Ho lasciato Eros per la setta”

Emergono altri tristi dettagli relativi al periodo in cui Michelle Hunziker è stata vittima della setta di Clelia. Dopo le dichiarazioni al “Corriere” e nel giorno in cui esce il suo libro “Una vita apparentemente perfetta” in cui scrive, appunto, di quella esperienza, emergono indiscrezioni relative all’intervista rilasciata a “Verissimo” che andrà in onda sabato prossimo.

Indiscrezioni shock sul suo matrimonio. A quei tempi, infatti, era la moglie di Eros Ramazzotti.

Mi dicevano che mio marito era negativo per me – ha confessato – ma io lo amavo moltissimo. Quando Eros mi ha messo davanti alla scelta ‘o me o loro’ io ho scelto loro”.

E infatti, quando la loro love story finì, si parlò tanto della pranoterapeuta Giulia Berghella, allora molto vicina alla Hunziker.

Ma nel salotto di Silvia Toffanin, la showgirl ha anche raccontato ulteriori dettagli di quel periodo.

Per controllarmi – ha confessato – mi hanno allontanato dai miei affetti e fatto leva sulle mie debolezze. Mi filtravano le telefonate, non potevo parlare neppure con mia madre, che non ho visto per quattro anni”.

Se lei cercava di ribellarsi, ecco che arrivavano le punizioni. “Mi mettevano in castigo, mi lasciavano sola. Minavano la mia autostima dicendomi che non avevo talento e che avevo successo solamente perché avevo intrapreso questo percorso spirituale”.

Clelia mi disse che se me ne fossi andata dalla setta sarei morta”, ha ricordato. Ma Michelle se ne andò lo stesso e per anni, come lei stessa ha ammesso, ha dovuto combattere contro attacchi di panico perché credeva che sarebbe morta di lì a poco “per soffocamento, come aveva previsto la setta”.

Oggi Michelle Hunziker è finalmente una donna serena.