Migranti, la Francia attacca l’Italia: “Non all’altezza” sull’accoglienza

Non si è fatta attendere la replica di Matteo Salvini.

Ancora una volta la Francia ha alzato la voce all’Italia sulla vicenda dei migranti.

Sibeth Ndiyaye, portavoce del governo francese, intervistata stamane dsa BFM – TW sulla vicenda Sea Watch 3, ha affermato che l’Italia “non è un Paese indegno” ma il comportamento di Matteo Salvini sulla questione “non è accettabile“.

Per la portavoce l’Italia non è stata “all’altezza” sull’accoglienza dei migranti.

Non si è fatta attendere la replica del Ministro dell’Interno e Vicepremier: “Il mio comportamento sull’immigrazione è inaccettabile? Il governo francese la smetta di insultare e apra i suoi porti, gli italiani hanno già accolto (e speso) anche troppo. Prossimi barconi? Destinazione Marsiglia“.

Intanto, è attesa per oggi la decisione sulla convalida dell’arresto di Carola Rackete, la comandante della Sea Watch ascoltata 3 ore ieri dal Gip.

Secondo il pm Luigi Patronaggio la nave non aveva necessità di forzare il blocco della Guardia di finanza e, quindi, l’impatto è stato voluto.

Alla tedesca si contestano questi reati: rifiuto di obbedienza a nave da guerra, resistenza o violenza contro nave da guerra e navigazione in zone vietate.

Leggi anche: Sea Watch, la capitana Carola Rackete è ai domiciliari. Salvini: “Giustizia è stata fatta”.