Milano: tenta di molestare una bambina cinese di 6 anni

Mi ha detto ‘andiamo’ ma io non volevo. Non lo conoscevo. Allora mi ha preso per una spalla, mi faceva male. Mi ha fatto entrare in un portone, non di casa mia, ma in un palazzo vicino. E continuava a spingermi, fino a un cortile“. E’ questo il racconto della bambina cinese di 6 anni che lunedì scorso a Milano ha subito un tentativo di molestie sessuali da parte di uno sconosciuto.

Le indagini sono scattate immediatamente dopo la denuncia dei genitori della piccola che è stata adescata in via Sarpi. Al vaglio degli inquirenti ci sono anche le immagini delle telecamere di sorveglianza del palazzo in cui il pedofilo ha tentato di abusare della bimba.

Si cerca un uomo “grosso” e “dalla carnagione chiara” che indossava una “maglia blu”. Si tratterebbe di una persona che agisce in maniera compulsiva scegliendo a caso le vittime.

Fortunatamente la piccola si è salvata dalle grinfie del mostro perché è riuscita a divincolarsi proprio nell’androne del palazzo dove stava per consumarsi la tragedia. L’uomo a quel punto sarebbe fuggito.

Tornata a casa ha raccontato l’episodio ai genitori che si sono precipitati alla clinica Mangiagalli dove il Servizio Antiviolenza Sessuale si è preso subito cura di lei facendo intervenire anche degli psicologi che hanno confermato il tentativo di molestie.

A Milano ora è caccia aperta al pedofilo.