Minaccia di morte i familiari per la posizione di un ventilatore

Sì, è vero. Il caldo afoso dell’estate può fare intontire – come sostiene una recente ricerca scientifica (cliccate qui) – ma litigare con i familiari per il posizionamento di un ventilatore sembra davvero troppo.

È accaduto a Cercola, in provincia di Napoli.

Un 29enne, al culmine di una lite, ha minacciato con un coltello la sua famiglia che, per paura, si è rinchiusa in una stanza.

I Carabinieri, giunti sul posto, hanno arrestato il giovane – già noto alle forze dell’ordine – e liberato il padre e due suoi fratelli.

I militari – come si apprende dall’edizione napoletana di Repubblica – si è armato di un coltello da cucina e ha costretto i tre familiari (padre, fratello e sorella) a chiudersi nella stanza da letto, per giunta minacciai di morte.

I carabinieri hanno immobilizzato e disarmato il giovane che ha pure opposto resistenza, causando il ferimento lieve di due militari, nonché il fratello 18enne.

Il giovane si trova adesso ai domiciliari.