Cronaca Social
Safe room li salva dal tornado

Mississippi, famiglia sopravvive al tornado grazie alla safe room (VIDEO)

Sopravvivono al tornado grazie alla safe room che funge da armadio. Salva una famiglia nel Mississippi, quasi per miracolo (o almeno così pensa Philips).

Sono tutti sani e salvi grazie a una safe room che funge anche da armadio. Due giorni di violente tempeste e di tornado hanno fatto più di 30 vittime e un milione di abitazioni senza elettricità. Per fortuna, questa famiglia del Mississippi è riuscita a mettersi al riparo in tempo.

«Avevamo registrato un tornado nel Mississippi che ha percorso oltre 100 miglia, un evento da record»: ha detto la meteorologa Janice Dean ai microfoni di Fox & Friends. In due giorni, le tempeste si sono spostate dal Texas al Mississippi. Poi più a est fino alla costa della Georgia, e a nord fino alla Virginia.«Questo sarà un momento difficile per i nostri amici nel sud»: ha aggiunto Dean.

Janice Dean
La meteorologa Janice Dean

LEGGI ANCHE: È morto Franco Lauro, giornalista e noto volto televisivo

La famiglia protagonista di questa storia è riuscita a entrare nella safe room pochi secondi prima che arrivasse il tornado a spazzare via tutto quanto, tutto tranne la loro stanza. Andrew Phillips e sua moglie, Amber, vivevano in quella casa da poche settimane con i loro due figli, di due anni e sei mesi. La presenza del rifugio è stato un motivo determinante per l’acquisto della proprietà.

Non è raro che le abitazioni ne siano dotate, nel cosiddetto Tornado Alley. Sono vere e proprie stanze che vengono approvate direttamente dalla FEMAFederal Emergency Management Agency.

La famiglia stava navigando su internet domenica mattina, quando Phillips, un vigile del fuoco volontario, ha iniziato a seguire le previsioni del tempo online e alla radio. Mentre il tornado si stava avvicinando, ha portato la propria famiglia al sicuro.

https://www.facebook.com/charlespeekphotography/videos/1458466784324947/

LEGGI ANCHE: Coronavirus: addio a Giuseppe, vigile del fuoco contagiato in servizio

«Più guardo ciò che resta della nostra casa, più mi viene in mente il sepolcro in cui si trovava Gesù Cristo. Eravamo lì e Gesù ci ha protetti. Quando la tempesta è finita, siamo usciti vivi proprio come ha fatto Gesù»: ha scritto Andrew Phillips sui social. Tutti e quattro sono sopravvissuti al tornado senza riportare nemmeno un graffio.

LEGGI ANCHE: Gnocchi di patate, la ricetta perfetta.