Modella musulmana si rifiuta di sfilare in bikini a Miss Universo GB

Muna Jama ha vinto. Non è lei Miss Universe Gran Bretagna, ma ha vinto una battaglia molto più importante di quel titolo: ha fatto rispettare le sue convinzioni religiose.

Muna ha 27 anni, ha origini africane ed è musulmana. Quest’anno ha preso parte al prestigioso concorso di bellezza inglese arrivando fra le finaliste. Merito della sua innegabile bellezza: alta, pelle liscia come la seta, occhi grandi e profondi, sorriso contagioso.

https://www.instagram.com/p/BYgYW3iDSkB/?taken-by=ms_munajama

In realtà aveva provato a partecipare già l’anno scorso. Ma alla fine aveva rinunciato a causa di un ostacolo per lei insormontabile: sfilare in bikini.

Questa volta, invece, ha deciso di andare avanti e di far valere le sue ragioni. In un’epoca storica in cui si parla tanto di tolleranza e di rispetto, lei si è messa dall’altra parte della barricata per vedere se chi predica tanto bene, razzola altrettanto bene.

E così in finale ha deciso di non sfilare in bikini. “Non indosserei mai un bikini in spiaggia, quindi non lo indosso per un concorso di bellezza” ha spiegato. I giudici hanno capito che mettere un costume da bagno per Muna avrebbe significato andare contro le proprie convinzioni religiose, e quindi le hanno permesso di sfilare in kaftano.

Molti l’hanno duramente criticata, ma tanti hanno compreso la sua scelta e l’hanno appoggiata, soprattutto dietro le quinte del concorso.

https://www.instagram.com/p/BWsZez2j-hT/?taken-by=ms_munajama