Scuola elementare di Modena, ora di zumba al posto di quella di religione

Una lezione di zumba al posto di quella di religione.

Una proposta, seconda quanto riporta il sito FanPage, avanzata dalla direzione della scuola primaria dell’istituto ‘Manfredo Fanti’ di Carpi, in provincia di Modena.

Iniziativa che non ha trovato tutti d’accordo, alzando un polverone: “Io voglio scrivere al vescovo e anche al Papa”, ha detto la madre di un alunno.

Pare che alcuni giovani alunni dell’istituto primario si siano visti proporre un corso della danza-fitness afrocaraibica durante le ore di religione e di scienza. Il caso è emerso quando sono tornati a casa chiedendo scarpette e vestiti da ginnastica per le ore che avrebbero dovuto essere consacrate all’insegnamento della religione.

“Ci avevano presentato la possibilità che ai nostri figli potesse essere insegnata zumba – racconta una mamma ad un quotidiano modenese – ma si trattava solo di una proposta verbale. Poi, all’improvviso, mio figlio è ritornato a casa e mi ha detto che, delle due ore di religione previste, una era stata impiegata a fare zumba. Non solo, a mio figlio hanno detto di portarsi scarpe da ginnastica e il necessario per poterla fare anche la settimana successiva. Sempre al posto dell’ora di religione. Io tengo che mio figlio frequenti religione, sono pronta a scrivere al vescovo”.

L’ondata di proteste da parte dei genitori degli alunni, ha spinto la preside Rossana Rinaldini a sospendere l’insegnamento della zumba, specificando in una circolare che si tratta di un progetto che deve ancora passare per l’approvazione del Consiglio di Istituto e che in ogni caso verrà confinato alle ore di motoria, artistica o musica.

Pare che in passato sia finito nelle ore di religione perché l’insegnante della nuova materia fosse disponibile solo in quell’ora.

“Stiamo facendo un sondaggio presso le 14 classi”, ha spiegato la preside dell’istituto.