Monete rare: scopri quanto valgono le lire più preziose

Si tratta di monete coniate negli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso.

In Italia sono ancora tanti i nostalgici della cara vecchia lira. Aficionados dell’antico conio (in uso dal 1861 al 2002) a tal punto da aver conservato (e magari incorniciato e appeso ad una parete del salotto) alcune monete e banconote. Una sorta di scatola dei ricordi che oggi, però, potrebbe valere davvero molto.

Ci sono, infatti, alcune monete che in virtù della loro ‘rarità’ (ma anche a causa di errori di conio, materiale usato e stato di conservazione), possono arrivare a valere migliaia di auro. Si tratta soprattutto di quelle coniate negli anni Quaranta e Cinquanta del secolo scorso. Ecco le più preziose secondo il sito moneterare.net.

La lira Arancia del 1947 è una moneta da una lira con la testa di una donna ornata di spighe da un lato e il ramo di arancio con frutto dall’altro. Può valere fino a 1.500 euro. Le 2 lire del 1947 con l’immagine di una spiga possono arrivare fino a 1.800 euro.

Poi ci sono le monete da 5 lire. Quelle datate 1946 sono le più preziose perché furono le prime di quel valore ad essere coniate. Da una parte presentano un grappolo d’uva, dall’altro un profilo di donna con una faccola. Sono state realizzate con un particolare tipo di materiale chiamato italma e possono avere un valore pari a 1.200 euro. Attenzione a quelle con la scritta ‘prova’: non sono collezionabili.

Possono valere anche oltre i 2mila euro, invece, le monete da 5 lire in italma con il delfino da una parte e un timone dall’altro. Attenzione all’anno di conio: le preziose sono quelle datate 1956. Le altre non superano i 15 euro.

Valgono circa 2mila euro anche le (rare) 50 lire del 1958 che ritraggono il dio Vulcano nudo che batte il metallo. Vi potrebbero pagare mille euro per le monete da 100 lire del 1955 e per le 200 lire di prova del 1977, mentre potreste riuscire a spillare ben 4mila euro per quelle da 10 lire del 1947 che riportano un olivo da un lato e un cavallo alato dall’altro.

Infine, ecco la regina di tutte le monete: la 500 lire d’argento, quella con le Caravelle. Le monete coniate nel 1958, 1959 e 1968 valgono fra i 3 e gli 8mila euro, quelle del 1961 fra 7 e 25mila euro.

Leggi anche: Monete da 2 euro, ecco quelle che valgono di più.

Da SaluteLab: Cancro al seno, alcune sostanze inquinanti promuovono lo sviluppo delle metastasi.