Morgan e la lite con il paparazzo: “Io non so menare, ho solo provato a prendergli la macchina fotografica”

Nuovi sviluppi sul diverbio tra l’artista e un paparazzo avvenuto a Milano.

Sono emersi nuovi particolari circa la denuncia subita da Morgan per avere aggredito un paparazzo al culmine di un diverbio avvenuto alcuni giorni fa a Milano.

L’artista, infatti, è stato fotografato in compagnia di una donna e, non avendo gradito la presenza del fotografo, prima lo ha aggredito verbalmente poi gli ha strappato la camicia. Per di più, durante la lite, Morgan (vero nome Marco Castoldi), ha rivelato che la sua compagna aspetta un bambino.

Della vicenda si è occupato anche Mattino Cinque tramite un servizio in cui è stato raccontato che è stato necessario l’intervento della Polizia per ristabilire l’ordine.

L’accusa ai danni di Morgan è esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

Tuttavia, anche per il fotografo ci potrebbero essere delle conseguenze legali perché, stando al racconto della compagna di Morgan, avrebbe proposto all’artista di acquistare le foto per la somma di 15mila euro. Quindi, il paparazzo è stato denunciato per estorsione.

Nel video mandato in onda si sente chiaramente Morgan che urla al paparazzo: “Non ti permettere di rovinarmi la vita, coglion*! La mia donna è incinta“.

Intervistato da Repubblica, il cantante, in occasione della Biennale di Milano, ha raccontato: “Io non so menare, ho solo provato a prendergli la macchina fotografica per prendere la scheda con le foto che mi aveva fatto“.

Ma Morgan ha anche parlato della questione del suo sfratto: “Io non posso più creare, mi hanno tolto la casa. Ma in una società che ha ucciso Cristo, può succedere di tutto“.

VIDEO:

Leggi anche: Sanremo 2020, Morgan contro Amadeus.

Da SaluteLab: Sindrome dell’intestino irritabile: individuata la causa?