Morgan sfrattato, urla contro tutti

Ecco cosa è successo al momento dello sfratto del cantante dalla sua ormai ex casa.

Morgan è fuori di casa (e di sé). Da ieri mattina l’ex frontman dei Bluvertigo non ha più la sua casa che il Tribunale gli aveva pignorato e venduto all’asta. E come era prevedibile lo sgombero è stato accompagnato da numerose polemiche: l’artista ha, infatti, sparato a zero su tutti. In primis su Asia Argento, colpevole di aver promosso la procedura di espropriazione immobiliare.

Lei ha firmato per lo sgombero della casa – ha detto ai giornalisti e curiosi radunati davanti a casa sua – ma lo ha fatto per sadismo, perché è cattiva, perché lei non ha bisogno di quei soldi, perché gliene ho dati talmente tanti“.

Non ha risparmiato neanche alcuni suoi colleghi, rei di non averlo aiutato in questo momento critico.

Non sono amici – ha dichiarato – ma sono degli egoisti, individualisti che devono fare il disco. Tutti: da Vasco a Ligabue a Jovanotti, loro hanno come priorità il disco. Come se al mondo importasse! Io invece gli ho suggerito una formula diversa: ‘Io purtroppo Morgan per te non ci sarà perché a me non frega niente di aiutare te, interessa solo andare in classifica’”.

Infine ha attaccato anche le forze dell’ordine.

Mi volevano far paura con le armi – ha detto l’artista – ma questa continua a rimanere casa mia, anche se ci sono degli invasori armati, esco perché sono armati, ma rimane casa mia perché me la sono comperata, non è che arriva questo e la compra per due lire a un’asta. Questa è tutta un’invenzione. Io non considero lecita la vendita dell’appartamento, che io ho pagato. Sono al fianco di chi occupa le case, facciamo una battaglia per i diritti“.

Leggi anche: Morgan alle madri dei suoi figli: “Sono un padre fantastico solo quando arrivano i soldi”.