Morto Ingvar Kamprad, il fondatore di Ikea

Addio a Ingvar Kamprad, il fondatore di Ikea, il colosso svedese del mobile, dell’arredo e dell’oggettistica casalinga.

Aveva 91 anni.

È morto in pace a casa sua“, nel sud della Svezia, ha annunciato Ikea su Twitter.

Sarà ricordato con affetto e mancherà molto alla sua famiglia e ai colleghi di Ikea in tutto il mondo“.

Fondata 74 anni fa, quando Kamprad aveva appena 17 anni, la catena Ikea ha registrato nel 2015 – 2016 utili per 4,2 miliardi di dollari.

Secondo la rivista Forbes è stato uno degli uomini più ricchi del mondo: nel 2007 ha raggiunto la massima posizione, posizionandosi al quarto posto degli uomini più ricchi del mondo, possedendo un patrimonio di 33 miliardi di dollari.

BIOGRAFIA

Kamprad cominciò a costruire il suo business fin da ragazzo, vendendo fiammiferi ai vicini di casa, con la sua bicicletta. Successivamente scoprì che poteva acquistare i fiammiferi ad un prezzo molto basso presso un fornitore di Stoccolma, in modo da poter trarre maggior profitto nella vendita e abbassando leggermente i prezzi. Dai fiammiferi, si espanse vendendo pesce, decorazioni per alberi di Natale, semenze da giardino e successivamente penne a sfera e matite.

Quando compì 17 anni suo padre gli donò dei soldi per premiarlo dei buoni risultati che aveva ottenuto attraverso lo studio. Kamprad li usò per costruire uno stabilimento, che chiamò IKEA. L’acronimo IKEA è composto dalle iniziali del suo nome (Ingvar Kamprad) o IK più Elmtaryd, la fattoria di famiglia dove è cresciuto, e Agunnaryd, un piccolo villaggio nella provincia di Småland. Ha ammesso che la sua dislessia ha giocato un ruolo importante nella creazione e nella crescita della sua compagnia. Per esempio i nomi in svedese dei mobili IKEA li ha scelti perché aveva difficoltà nel ricordare i numeri.

Fin dal 1976 Kamprad ha vissuto a Epalinges. Come ha dichiarato in un’intervista per la televisione svizzera di lingua francese TSR, Kamprad guida una macchina vecchia di 15 anni, vola in classe economica e incoraggia i dipendenti IKEA a scrivere sempre su tutti e due i lati di un foglio.[1]

Il 17 settembre 2012 Ingvar Kamprad lasciò la guida della multinazionale dei mobili in favore dei suoi tre figli: Peter, Jonas e Mathias.